Biomassa Eolico Fotovoltaico Geotermico Amianto
L’utilizzo dell’energia eolica (l’energia cinetica contenuta nelle correnti d’aria) per la produzione di energia elettrica è una forma di energia rinnovabile largamente diffusa nel mondo.

CLASSIFICAZIONE

Tra le diverse classificazione adottate, gli impianti eolici possono essere classificati in funzione della potenza nominale, in particolare:
- Microeolico: impianti con potenze nominali inferiori ai 20 kW;
- Minieolico: impianti con potenze nominali comprese tra i 20 kW e i 200 kW;
- Eolico di grandi dimensioni (o più semplicemente Eolico): impianto con potenze superiori ai 200 kW.

Tra le categorie sopraindicate le prime due risultano essere particolarmente interessanti poichè possono essere installate al fine di coprire il fabbisogno di energia elettrica di piccole utenze domestiche o attività produttive medio-grandi come le aziende agricole.
Questi impianti, nella maggior parte dei casi, sono costituiti da turbine del tipo ad asse orizzontale con diametro del rotore da 3 a 20 metri e altezza del mozzo da 10 a 20 metri.

Per il dimensionamento preliminare di questi impianti è particolarmente importante la realizzazione di un sopralluogo tecnico al fine di rilevare le informazioni indispensabili a fornire al Committente un investimento redditizio, in particolare occorre rilevare:
- l’interferenza con altre strutture (edifici o altro)
- impatto acustico
- eventuali criticità per l'installazione
- eventuali vincoli ecologici (presenza di specie protette) o storico-archeologici

Gli impianti micro e minieolici in particolare hanno un impatto limitato sia in termini di altezze necessarie per i generatori che di spazio di rispetto necessario attorno ad essi,tale caratteristiche ci consentono inoltre di ridurre le emissioni sonore generate degli organi in movimento.